I Teatri del Sacro 2018 | Bando dedicato al tema della spiritualità

I Teatri del Sacro 2018

Redazione del 15-10-2018 Scaduto il 30-10-2018

ROMA | I Teatri del Sacro 2018 apre a domande per progetti inediti e, per la prima volta, per spettacoli già andati in scena. Il bando è aperto a tutti i linguaggi della scena (prosa, danza, teatro di figura, circo).

Breve presentazione del bando

I TEATRI DEL SACRO compie dieci anni, la prima edizione del Festival fu infatti nell’autunno del 2009. Una ricorrenza importante che, oltre a testimoniare gli ottimi esiti conseguiti dal progetto nelle precedenti edizioni (115 nuovi spettacoli co-prodotti su oltre 1200 proposte) induce a un primo bilancio dell’iniziativa. In dieci anni si è registrato un crescente fermento creativo intorno alle tematiche del sacro, anche al di là del contesto progettuale de I Teatri del Sacro, che testimonia come la spiritualità costituisca uno snodo centrale della riflessione artistica contemporanea; è inoltre emersa l’urgenza di sviluppare una relazione più stretta fra la sfera del sacro e l’orizzonte dell’ascolto, della solidarietà e dell’inclusione sociale; infine la necessità, da parte degli artisti, di confrontarsi direttamente con la dimensione religiosa, attraverso un dialogo libero e non ideologico con le domande fondamentali della fede e con la storia, i testi e le figure della tradizione.

LE OPERE DI MISERICORDIA
Alla luce di tali premesse, I Teatri del Sacro intendono inaugurare una nuova fase progettuale orientata ad approfondire le due direttrici dell’azione spirituale – verso Dio e verso il prossimo – straordinariamente espresse dalle Opere di Misericordia, corporali e spirituali, che Papa Francesco ha recentemente posto come strumenti privilegiati per un’autentica condivisione e compassione delle vicende umane nella storia, con particolare attenzione ai più deboli e oppressi.
Le #OperediMisericordia costituiranno pertanto l’orizzonte tematico di riferimento delle candidature degli spettacoli interessati dal Bando, valorizzando sempre il confronto fra lo sguardo della Fede e quello dei non credenti. Queste le quattordici Opere di Misericordia: Dar da mangiare agli affamati; Dar da bere agli assetati; Vestire gli ignudi; Accogliere i forestieri; Visitare gli infermi; Visitare i carcerati; Seppellire i morti (le sette corporali), e Consigliare i dubbiosi; Insegnare agli ignoranti; Correggere chi sbaglia; Consolare gli afflitti; Perdonare le offese; Sopportare pazientemente le persone moleste; Pregare Dio per i vivi e per i morti (le sette spirituali).

Requisiti di partecipazione

PROGETTI AMMISSIBILI
a) Per gli spettacoli inediti non ancora realizzati (punto 1 delle Modalità d’attuazione):

Il bando si rivolge esclusivamente a soggetti teatrali formalmente costituiti:

– under 40, in cui cioè il nucleo artistico è composto per oltre il 50% da persone che non hanno ancora compiuto il 40mo anno di età entro il 31 dicembre 2019

– che presentino progetti di spettacoli non ancora realizzati dalla compagnia proponente. Saranno pertanto escluse le domande riferite a spettacoli che sono già stati rappresentati, anche solo parzialmente o in forma di studio, prima dell’eventuale assegnazione del contributo.

Saranno ritenute ammissibili solo le proposte conformi agli Obiettivi e le Modalità di attuazione del Bando.

La richiesta di contributo deve prevedere, come da modulistica, la stesura di un “piano finanziario” (preventivo di spesa e piano di copertura dei costi del progetto complessivo), che, in caso di approvazione, dovrà essere rendicontato.

b) Per gli spettacoli già realizzati (punto 2 delle Modalità di attuazione)

Il bando si rivolge esclusivamente a soggetti teatrali formalmente costituiti.
Saranno ritenute ammissibili solo le proposte conformi agli Obiettivi e le Modalità di attuazione del Bando.

Ogni compagnia può partecipare presentando una e una sola domanda, o per il Punto 1 (spettacoli mai realizzati) o per il Punto 2 (spettacoli già realizzati) delle Modalità di attuazione.

PROGETTI NON AMMISSIBILI
Non saranno ammessi alla fase istruttoria le candidature:
– Prive della domanda di partecipazione inviata via e-mail, della modulistica online (compilata in ogni sua parte) e degli allegati richiesti
– Presentate fuori dai termini
– Con richieste di contributo superiori a quanto previsto dal Bando

Criteri e modalità di selezione

I Teatri del Sacro intendono inaugurare, a partire dalla presente edizione, un progetto orientato ad approfondire le due direttrici dell’azione spirituale, verso Dio e verso il prossimo, a partire dalle indicazioni espresse dalle Opere di Misericordia, corporali e spirituali, che Papa Francesco ha recentemente posto come strumenti privilegiati per l’esercizio della carità, ossia per un’autentica condivisione e compassione delle vicende umane nella storia, con particolare attenzione ai più deboli e oppressi.

Le Opere di Misericordia costituiranno pertanto l’orizzonte tematico di riferimento delle candidature degli spettacoli interessati dal Bando, valorizzando sempre il confronto fra lo sguardo della fede e quello dei non credenti. Queste le quattordici Opere di Misericordia: Dar da mangiare agli affamati; Dar da bere agli assetati; Vestire gli ignudi; Accogliere i forestieri; Visitare gli infermi; Visitare i carcerati; Seppellire i morti (le sette corporali), e Consigliare i dubbiosi; Insegnare agli ignoranti; Correggere chi sbaglia; Consolare gli afflitti; Perdonare le offese; Sopportare pazientemente le persone moleste; Pregare Dio per i vivi e per i morti (le sette spirituali).

Le proposte regolarmente presentate verranno scelte, con giudizio insindacabile, da un’apposita Commissione sulla base di una selezione cosi articolata:

a) Per gli spettacoli inediti non ancora realizzati (punto 1 delle Modalità d’attuazione):

1. la prima fase di selezione consisterà nella valutazione delle domande e dei progetti pervenuti e compilati in base alla modulistica prevista dal Bando. In questa fase si terrà conto sia della congruità dei progetti con i criteri di ammissibilità e con gli Obiettivi e le Modalità di attuazione del bando, sia della loro qualità e della loro sostenibilità economica . Per facilitare la selezione i partecipanti sono invitati (ma non vincolati) ad allegare anche un video dimostrativo della loro modalità di lavoro (non necessariamente in relazione alla proposta presentata).
La Commissione si riserva, alla fine della prima fase di selezione, di contattare alcune compagnie per un ulteriore approfondimento, finalizzato a verificare l’opportunità del passaggio alla seconda fase di selezione.

2. nella seconda fase di selezione, le proposte che hanno superato la prima fase saranno tenute a presentare alla Commissione 20 minuti dello spettacolo in allestimento. Da quest’ultima selezione risulteranno i progetti vincitori. La partecipazione alle selezioni dal vivo è a carico dei partecipanti.

Per gli spettacoli non ancora realizzati, le compagnie il cui progetto verrà indicato come vincitore dovranno portare a termine (con l’intera quota di contributo assegnata dal Bando) lo spettacolo proposto, che sarà presentato all’interno del Festival de I Teatri del Sacro. La mancata realizzazione del progetto in forma di spettacolo compiuto comporterà la restituzione del contributo assegnato.

b) Per gli spettacoli già realizzati (punto 2 delle Modalità di attuazione)

La selezione consisterà nella valutazione degli spettacoli pervenuti tramite video in base alla modulistica prevista dal Bando. Si terrà conto sia della congruità dei progetti con i criteri di ammissibilità e con gli Obiettivi e le Modalità di attuazione del Bando, sia della loro qualità e sostenibilità, intesa anche come capacità di attivare reti e collaborazioni con istituzioni del mondo teatrale e/o della società civile.

Modalità di iscrizione

Entro e non oltre la data fissata dal Bando, i partecipanti dovranno presentare la candidatura del loro progetto secondo le modalità previste: per entrambe le sezioni (spettacoli inediti e spettacoli già realizzati), la domanda di partecipazione al bando dovrà essere compilata esclusivamente attraverso il MODULO ONLINE, disponibile dal 1 ottobre sul sito Federgat (www.federgat.it).

Oltre alla compilazione del modulo online della sezione a cui sono interessati, i partecipanti dovranno scaricare e compilare in ogni sua parte la DOMANDA DI PARTECIPAZIONE (disponibile nelle stesse pagine del sito Federgat) e inviarla, firmata e scannerizzata, all’indirizzo email: teatridelsacro@gmail.com

Tutta la documentazione deve essere spedita entro e non oltre il 30 ottobre 2018, pena l’esclusione dal Bando.

Premio del bando

In relazione agli obiettivi previsti, e tenuto conto dei bisogni emersi nel campo dello spettacolo dal vivo, la VI edizione del Bando de I Teatri del Sacro (2018-2019), prevede la seguente articolazione

1) Sostegno economico di progetti teatrali di qualità e di innovazione di artisti e compagnie giovani under 40 (fino a 4 proposte) destinati alla scena e non ancora realizzati, nemmeno in forma di studio, con un premio di produzione che andrà da € 3.000 a € 6.000 (lordo Iva).

2) Ospitalità, all’interno del Festival de I Teatri del Sacro, di produzioni di qualità e di innovazione già realizzate (fino a 4 spettacoli con un contributo dai € 2.000 a € 4.000 lordi), in modo tale da incrementare la diffusione e le opportunità di circuitazione degli spettacoli e migliorare, a livello nazionale, la qualità e l’incidenza dell’offerta artistica. In questa prospettiva costituirà titolo aggiuntivo di merito nella valutazione delle proposte il coinvolgimento, da parte dei soggetti proponenti, di una rete di istituzioni (non solo artistiche) che possano potenziare la disseminazione degli spettacoli, anche in contesti solitamente non deputati alla promozione teatrale, interessando così nuove fasce di pubblico e nuovi segmenti della società civile.

Il bando scade il 30 0ttobre 2018
Leggi il bando completo

Contatti

teatridelsacro@gmail.com